2.2.06

Virgolette, non virgole!! ovvero cosa dovrebbero fare i motori di ricerca

Diamo ancora un'occhiata ai referral dei lettori di conneXioni provenienti dai motori di ricerca: uhm... noto un netto miglioramento, sembra quasi che i lettori abbiano affinato le loro capacità di ricerca.
Alcuni di voi penseranno che io mi diverta a guardare i motivi per cui i lettori arrivano a conneXioni: in realtà, è proprio così.
Prima di fare alcune considerazioni su cosa dovrebbero fare i motori di ricerca per fare in modo che i loro utenti li utilizzino al meglio, farò alcuni esempi che potrete verificare voi stessi. Queste sono ricerche che hanno avuto conneXioni tra i primi posti nel mese di gennaio:
  • come connettersi ad internet con la linea elettrica - problemi: ricerca senza virgolette, internet è una parola chiave estremamente comune e presente in miliardi di pagine
  • google cube cosa fa? - vuoi che google ti risponda "Il caffè?"
  • manutenzione - ricerca troppo sibillina per un concetto così ampio. Dal momento che non appaio nei primi 70 risultati, immagino quanto tempo abbia speso il ricercatore nella sua ricerca...
  • business intelligence and carte fidaty - and viene considerata da google una parola chiave e non un operatore per la ricerca: la and è implicita quando si scrivono alcune parole in una query. Solo OR è supportato. La query avrebbe dovuto essere scritta così: "business intelligence" "carte fidaty"
  • strumenti ricerca colore autovetture - anche qui, un paio di sane virgolette avrebbero aiutato di più, e non mi avrebbero visualizzato come 10° risultato.
  • collegare una stampante a linux - idem
  • tel aviv, israele, stradario - addirittura le virgole. E conneXioni al 21° posto.
  • blog di una troia - questa è così interessante che non poteva mancare. Un bel mattino, un tipo va su MSN, inserisce la query in questione (senza virgolette) e si vede arrivare 51000 e più risultati, pertinenti alla guerra di Troia, al cavallo di Troia (sia in senso omerico che in quello informatico più attuale) e se ne guarda un bel po'. Anche il mio. Quanto tempo avrà impiegato prima di trovare quello che gli interessava? L'avrà poi trovato?
  • statistiche di perdite internet banking - mancano virgolette, internet è una parola chiave che da sola ti visualizza 5100000000 di documenti... Per fortuna Google è così intelligente da intendere il concetto e quindi accorpa internet e banking. I primi risultati sono infatti relativi all'Internet banking.
  • azienda americana con sede a brindisi - connexioni è al 3° posto!!! Si potrebbe provare a cercare con una query del tipo brindisi intitle:contatti : si troveranno le aziende che nella pagina dei contatti contengono la parola Brindisi.
  • localizzazione collaborativa robot mobili bluetooth - 7 risultati assolutamente insignificanti (tra cui anche connexioni, sigh!). Provare con "robot mobili" bluetooth
  • catena alberghiera formula uno - non mi sono ritrovato nei primi 300 risultati. Forse ci sarò stato nel corso del mese di gennaio, chissà.
  • come costruire un cofanetto? - ma davvero credi che Google ti risponda? prova con costruzione OR realizzazione OR fabbricazione OR realizzare OR creare cofanetto e, all'8° posto, troverai un risultato che fa per te.
Non mi scaglio di certo contro l'ignoranza di chi non conosce le tecniche per ottimizzare le proprie ricerche, perché naturalmente la colpa non è sempre dell'utente finale che non ha trovato gli strumenti per imparare (e ci credo, se fa delle ricerche in quel modo...).
Voglio quindi essere propositivo e fare un invito a Google, Yahoo, MSN, Virgilio e compari: inserite sopra il box di ricerca un bel link evidenziato con scritto "Scopri come migliorare le tue ricerche", che punta a una guida semplice che fornisca indicazioni su come effettuare ricerche ottimizzate.
Non da fastidio, è ben visibile, non ruba spazio ad altre cose.
Mettetelo anche nella parte superiore della pagina dei risultati e, idealmente, anche sulla sidebar di destra, in modo di essere immediatamente raggiungibile qundo il navigatore capirà che impiega troppo tempo a scorrere tutti i risultati.
Cosa aspettate?

2 commenti:

Federico Calore ha detto...

Ciao Stefano,

sono d'accordo con te: ancora la ricerca con i motori non è così intuitiva come potrebbe sembrare a prima vista, e molte ricerche sono frustranti quando non si riesce a trovare ciò di cui si ha bisogno (soprattutto quando si è certi che la risorsa cercata esista!!).
Si è molto parlato della ricerca semantica, che riesce ad intuire cosa l'utente sta cercando dalla frase immessa, ma ancora i risultati sono scarsi.

C'è ancora molto da fare, ma penso che la soluzione stia da entrambe le parti: certamente gli utenti diventano ogni giorno più esperti ed è giusto contribuire alla loro "formazione", come suggerisci tu, ma ancora più importante è il miglioramento necessario da parte dei motori nel dare risultati solidi e soprattutto rilevanti. Mi sembra che ultimamente, con la corsa al numero di pagine indicizzate, ci si sia dimenticati di questo aspetto, a mio parere ben più importante.

Graziano ha detto...

Quoto in toto il post.
Graziano